GIANNI VIANELLO – Milano, gennaio 1980

GIANNI VIANELLO – Milano,  gennaio 1980 – Il suo esprimersi e comunicare con il segno e con il colore ci giunge come linguaggio attuale: cioè una pittura che appartiene al nostro tempo.
Le composizioni di Rosanna Forino rivelano la limpidezza dell’idea e l’essenzialità coerente dell’esito formale, alle quali fanno preciso riscontro la solidità e l’accuratezza di esecuzione. (…) progressivamente la sua pittura è andata via via spogliandosi di tanti incidenti formali per rivestirsi di puro colore e di puro segno, (…) scrisse Kandinskij nel Der Blaue Reiter  (Il cavaliere azzurro o Il cavaliere blu) “Quando nel quadro una linea viene liberata dall’obbligo di servire a un fine, e cioè di indicare una cosa, e funge essa stessa da cosa, la sua risonanza interiore non viene più indebolita da alcuna funzione accessoria e conserva, tutta intera, la sua forza (…) ”

 

Gianni Vianello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...